LA PATATA

 
 

Le patate provengono dal continente Americano, esse venivano consumate dagli Incas millenni prima della scoperta delle Americhe e che il tubero fosse importanto nel '500 verso l'Europa. Le patate sono di diverse varietà, le quali si ricongiungono a due capostipite: patata a pasta gialla (adatte per patatine fritte e arrosto)o a pasta bianca; queste ultime sono più farinose e quindi maggiormente adatte alla preparazione di purè.

La patata ha una grande percentuale di acqua circa l'80%, mentre la restante parte si divide fra Amido, grassi, zucheri, proteine e fibre. All'interno della patata sono presenti anche diversi minerali come il potassio, lo zinco, il fosforo, il fluoro, il ferro e lo zinco. A questi si aggiungono le vitamine del gruppo B, C e K; fra gli aminoacidi troviamo l'acido aspartico, glutamminico, arginina e serina. La patata può essere utilizzata in caso di dolori allo stomaco, attraverso l'impiego del suo succo, in oltre è depurativa per l'intestino e combatte la ritenzione idrica.

Nella buccia della patata sono presenti due sostanze importantissime come la caconina e la solanina, due sostanze in grado di bloccare le cellule tumorali, soprattutto a livello dell'apparato digerente.

100 gr di patate contengono circa 85 Kcal, questo valore aumenta se le patate vengono fritte o cucinate in modo complesso con aggiunta di grassi.