TAGLIATELLE AI FUNGHI

 

Ingredienti x 4

Per la pasta:
200 gr farina farro
2 uova
Prezzemolo
Salvia
Origano
Erba cipollina
Per il sugo:
2 spicchi d’aglio
1 scalogno
400 gr funghi misti
200 gr pomodori ciliegia
Prezzemolo
Olio di oliva
Sale
VARIANTI E CONSIGLI
Le tagliatelle aromatizzate alle erbette sono ottime con qualsiasi tipologia di sugo, che sia alle verdure o di carne.

PROCEDIMENTO

Prepariamo l’impasto, versiamo nell’impastatrice le uova sbattute, la farina di farro e il trito di erbe; dovremo ottenere un impasto elastico, che avvolgeremo all’interno di una pellicola trasparente e faremo riposare nel frigorifero per 30 minuti.

Prepariamo il sugo ai funghi, facendo soffriggere in una padella lo scalogno tritato e lo spicchio d’aglio, quando l’aglio inizierà a sfrigolare, lo toglieremo e aggiungeremo i pomodori ciliegia tagliati a quarti e lasceremo che la loro acqua si asciughi prima di aggiungere anche i funghi misti mondati, lavati e tagliati a fette; terminata la cottura insaporite con sale e una spolverata di prezzemolo.

Riprendiamo la pasta che avevamo lasciato riposare in frigorifero e con l’aiuto della macchina, la tiriamo a fogli sottili con spessore al numero (3), ricaviamo delle strisce di pasta lunghe 20 cm e larghe 8; infarinate bene la striscia di pasta da entrambe i lati e piegatela su se stessa in ampie pieghe, prendete un coltello a lama liscia e lasciate i bordi frammentatati per dare una sagoma regolare alla pasta e procedete tagliando striscia di 3-4 millimetri di larghezza, prendete successivamente le singole strisce e arrotolatele delicatamente su tre dita, ricavando un nido di rondine, che metterete a riposare sopra un cabaret infarinato. Continuate così fino ad esaurimento dell’impasto.

Fate bollire in una pentola abbondante acqua salata e tuffateci i nidi di pasta, i quali saranno cotti in circa 5 minuti. Prelevate le tagliatelle dalla pentola con un cola pasta e versatele nella ciotola da servizio, aggiungete il sugo ai funghi e servite con una spolverata di erbette e formaggio grattugiato.